Tandereig!

Il Tandereig da thunder age, ovvero l’età del tuono, simbolo della potenza e della positività che gli Indiani d’America attribuiscono alla gioventù, troppo spesso nella nostra cultura connotata negativamente.

Tandereig è un progetto gestito dall’A.T.I. (Associazione Temporanea d’Impresa): Coop.soc.Parsec, Coop.soc.Boogan, Ass. Fabian, ed attualmente portato avanti da una équipe multiprofessionale ed integrata costituita da psicologi, educatori, sociologi, che condividono linguaggi, metodologie, obiettivi e strategie d’intervento comuni, e lavora nel VII Municipio del Comune di Roma da sei anni.

La finalità generale del progetto è quella di lavorare con i ragazzi e le ragazze del territorio per la socializzazione e la responsabilizzazione, finalizzata ad una maggiore partecipazione ed all’espressione di una cittadinanza attiva.
Possiamo declinare questo obiettivo in tre dimensioni culturali, che stanno sullo sfondo del lavoro quotidiano e alle quali si fa continuamente riferimento. A ciascuna di queste tre dimensioni culturali corrispondono uno o più obiettivi specifici.


Dimensioni culturali Obiettivi specifici
Cittadinanza attiva Rafforzare una cultura della partecipazione attiva, dell’autopromozione e dell’autorganizzazione, nella comunità e tra i destinatari intermedi e finali.
Promuovere e rafforzare la sensibilità euristica e di azione della comunità, per  meglio leggere i bisogni espressi rispetto all’adolescenza, individuando risposte appropriate ed integrate.
Integrazione ed empowerment  

 

Stimolare un utilizzo del territorio inteso come spazio di opportunità e di risorse  (culturali, sociali, sanitarie, istituzionali, ambientali, occupazionali, formative, etc.).
Facilitare il dialogo tra soggetti politici locali, operatori dei servizi pubblici e del terzo settore, cittadinanza organizzata, destinatari intermedi e finali, per meglio governare strategie ed azioni a favore dell’adolescenza.
Offerta di spazi di accoglienza intesa come opportunità di individuazione delle risposte più adeguate al  bisogno del minore, e come opportunità per l’operatore di entrare immediatamente in contatto con la domanda del ragazzo, al fine di rafforzare comportamenti ed atteggiamenti di agio, e di prevenire l’eventuale evoluzione patologica del disagio.
Crescita delle opportunità di socializzazione e di confronto intra ed inter-generazionale sui territori.
Facilitazione dei rapporti tra famiglia, operatori, servizi e risorse territoriali esistenti.
Diffusione della conoscenza e dell’informazione sui problemi dell’adolescenza.
Valorizzazione delle differenze come uguaglianza di opportunità Promuovere una cultura della differenza di genere (anziani-adolescenti, genitori-adolescenti, ragazzi-ragazze, ragazzi italiani e provenienti da altri paesi, bambini-adolescenti, etc.), per evidenziare valori, opinioni, disagi e bisogni, ed individuare soluzioni integrate.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: